Il nostro sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti per inviare materiale informativo in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni e per negare il consenso al loro utilizzo leggi l'informativa. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Accetto

Blog

Finanza Comportamentale

5 - Finanza Comportamentale
Postato il 03 Agosto 2016

Ancoriamoci...

Quando una persona si trova a dover prendere una decisione poco chiara tende a cercare dei parametri di riferimento, un “punto di partenza” al quale ancorarsi. L’ancoraggio, quindi, si verifica quando una persona, dovendo formulare dei giudizi in condizioni di incertezza, semplifica ancorandosi ad un riferimento stabile per poi applicare degli aggiustamenti al fine di giungere alla decisione finale.

In campo finanziario questo fenomeno è molto diffuso. Quando dobbiamo formulare delle stime di tipo numerico, il nostro cervello tende ad ancorarsi a qualche valore già definito per poi aggiustare la stima nella direzione in cui riteniamo sia la risposta corretta. Questo avviene perché nel momento in cui ci viene chiesta una risposta numerica esatta su di un tema che non conosciamo alla perfezione siamo tentati di usare una qualunque cifra come punto di partenza della nostra valutazione.

Facciamo un esempio. Ecco due domande:

  1. Secondo voi, durante la guerra in Iraq sono morti più o meno di 10.000 soldati americani?
  2. Quanti soldati sono americani sono morti in Iraq?

Molti di voi nel rispondere alla seconda domanda partiranno dall’ipotesi che il valore riportato nella prima domanda sia la risposta esatta.... Successivamente tenderete a cercare informazioni che confermino la vostra ipotesi iniziale aumentando di conseguenza l’ancoraggio rispetto all’ipotesi di partenza. La risposta finale probabilmente non si discosterà molto da “10.000” mentre in realtà la risposta esatta è 4.282.

ESEMPIO: Provate ad eseguire, in 5 secondi, le seguenti operazioni di calcolo nell’ordine in cui sono presentate:  8 X 7 X 6 X 5 X 4 X 3 X 2 X 1

Immaginate ora di dover eseguire, sempre in 5 secondi, le stesse operazioni di calcolo ma nell’ordine opposto:   1 X 2 X 3 X 4 X 5 X 6 X 7 X 8

Poiché è molto difficile calcolare con esattezza in 5 secondi si va per approssimazione. Ma facilmente alla prima domanda fornirete come risposta valori decisamente più alti che alla seconda, solo perché la prima serie parte con valori più elevati. In realtà la risposta giusta è la stessa: 40.320.


Commenti

Nessun commento disponibile
Seguici anche su: